Il difensore e capitano della Fiorentina German Pezzella, intervistato dal Corriere dello Sport ha parlato della sua esperienza in maglia viola, del suo amore per la città toscana e del gol segnato contro il Brescia.

German Pezzella, difensore e capitano della Fiorentina, ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport. Il numero 20 argentino ha parlato della sua avventura con la maglia viola, del suo amore per la città toscana e anche del gol siglato contro il Brescia. “Quel gol è stato quasi un segno del destino, per altro alla prima gara dopo lo stop per il Covid. L’ho vissuto come una liberazione, peccato solo che non sia servito per prenderci i tre punti. La gioia ha preso il sopravvento su tutto, anche se in quello stadio vuoto è stata una gioia a metà.

“Un istante dopo, però, – ha proseguito Pezzella – ho pensato agli altri: a chi in queste settimane terribili ha perso la vita e, soprattutto, a quelli che hanno messo la propria a servizio degli altri affinché questa emergenza potesse essere arginata. Il mio futuro? Il calcio è imprevedibile, è vero, ma a Firenze sto benissimo. Questo è il mio posto nel mondo, la Fiorentina e Firenze sono la mia seconda casa». 

Credits foto: Facebook ACF Fiorentina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui