In occasione della presentazione della prima scuola calcio intitolata ad Emiliano Modonico a Vaglia (in provincia di Firenze), era presente anche Cesare Prandelli. L’ex ct della Nazionale e allenatore, tra le altre, anche della Fiorentina, a margine dell’evento ha parlato anche del recente accostamento alla viola.

Cesare Prandelli è intervenuto durante l’evento di presentazione dell’accordo tra l’ASD Vaglia e l’Associazione Emiliano Mondonico, tenutosi a Vaglia in provincia di Firenze. L’ex tecnico della Fiorentina ha voluto ribadire come lui non avrebbe mai detto “no” ad una chiamata della viola: “Io vicino alla Fiorentina? Non inventiamoci storie che io abbia rifiutato, perché non potrei mai rifiutare la Fiorentina. Assolutamente, zero, nessun tipo di contatto. La vittoria è stata importante, i tre punti portano tranquillità: è un momento difficile ma ho grande stima per Iachini, persona di umiltà e di carattere ma visto che questo era un anno di transizione una chance in più a Montella gliel’avrei data“.

C’è stato anche spazio per parlare dell’evento relativo ad Emiliano Mondonico, del brutto infortunio capitato a Nicolò Zaniolo e di Fiorentina-Atalanta di mercoledì: “Per me Mondonico è stato un amico e un compagno di vita, sono qui a ricordarlo perché la sua figura non va dimenticata: aveva sempre il desiderio di dare. L’infortunio di Zaniolo? Quando vedi un giocatore forte che sta esplodendo farsi così male non sai che dire: certamente tornerà più forte di prima. Fiorentina-Atalanta? I nerazzurri stanno confermando quanto di buono fatto in questi anni: sanno cosa fare e lo fanno con un’intensità che poche squadre hanno. Sarà una gara difficile dove Iachini magari potrà visionare altri giocatori“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui