Erick Pulgar e Mediacom: nuovo giocatore e nuovo sponsor della Fiorentina 2019 / 2020. Barone presenta la collaborazione con l’azienda di Rocco Commisso come main sponsor viola.

Joe Barone introduce il nuovo sponsor della Fiorentina, Mediacom azienda del presidente Rocco Commisso: “La finalità è quella di rafforzare l’immagine della Fiorentina e portarla ai livelli che la città di Firenze merita. Un Made in Florence da esportare e da fare crescere anche nel calcio dove i paletti sono molto rigidi [con riferimento al fair play finanziario]”.

Tocca invece Daniele Pradè introdurre il nuovo acquisto: Erick Pulgar. Ecco cosa ha detto il direttore: “Ci piace e lo abbiamo scelto per vari motivi. Perché è ormai un giocatore internazionale, ha esperienza in Serie A, è un leader e poi è sponsorizzato dal Pek… dal mio amico Pizzarro che tante volte mi ha parlato di lui e alla fine gliel’ho preso“.

Quindi tocca al giocatore presentarsi e rispondere alle domande dei giornalisti:

Ho voglia di iniziare a lavorare. Le mie caratteristiche simili a Badelj? Sì, ma possiamo imparare l’uno dall’altro. Il Bologna? Ringrazio i miei compagni che ho salutato e la società per avermi fatto crescere. I calci piazzati? A Bologna li tiravo, angoli, punizioni e rigori, qui devo ancora parlare col mister. Il saluto al mister Mihajlović? Ci ho parlato e quello che ci siamo detti resta fra noi“.

Interessante la postilla di Pradè sul ruolo tattico di Pulgar nella Fiorentina 2019 / 2020. Il direttore ha ricordato il centrocampo nel quale coesistevano Pizzarro, Aquilani, Borja Valero e Mati e ha sottolineato che le scelte di calciomercato sono orientate verso giocatori duttili e bravi tatticamente. Sul prossimo centrocampo, queste le parole di Pradè: “Possiamo giocare a due o con il vertice basso, abbiamo un giocatore come Benassi bravo ad inserirsi negli spazi. E due giovani sui quali puntiamo come Żurkowski e Castrovilli“.

Anche sul numero di maglia risponde Pradè, con un riferimento ancora una volta alla sua ‘vecchia’ Fiorentina: “Beh facile, il numero 7 quello del Pek“. L’ultima domanda infine è sul murales disegnato nel quartiere dove Pulgar è cresciuto e che rappresenta il giocatore che alza la Copa America con la scritta: Se puoi sognarlo puoi farlo. “Un messaggio di speranza per i bambini che giocano a pallone per la strada“. Ha risposto.

murales pulgar

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui