Cinque gol segnati in stagione che hanno fruttato 7 dei 23 punti conquistati dalla Sampdoria. Gaston Ramirez autore di una punizione capolavoro contro il Torino è l’uomo in più di Ranieri. Domenica sogna di ripetersi a Marassi in Sampdoria Fiorentina. Intanto l’agente rivela: “Fu ad un passo dalla Fiorentina, ma Felipe fece saltare tutto“. 

Pablo Bentancur procuratore di Gaston Ramirez, nonché di Edinson Cavani e di Naithan Nandez, a La Nazione ha rivelato: “Posso assicurare che tutti i tre per motivi diversi sono stati vicinissimi alla Fiorentina“. Cosa è andato torto nelle singole trattative? “Per Cavani era tutto fatto con Corvino. Poi non si liberò il posto da extracomunitario ed intervenne Zamparini, che all’epoca del Palermo comprava tutto il meglio. Come Dybala e Pastore. Due anni fa Nandez stava per arrivare alla fine l’affare saltò per via di un passaporto arrivato in ritardo. Anche Gaston Ramirez era della Fiorentina. Aveva firmato il contratto ma Felipe, il difensore viola acquistato dall’Udinese, rifiutò il Bologna e saltò tutto“.

Ramirez: un avversario in più per i viola

Con Claudio Ranieri, l’uruguaiano Gastón Exequiel Ramírez Pereyra classe 1990 ha trovato nuova linfa. E da esubero di lusso si è trasformato in uomo in più dei blucerchiati. L’allenatore doriano ha ammesso: “Lo volevo al Leicester“, dimostrando quanto creda da sempre nelle doti tecniche di questo giocatore. La Fiorentina ne ha fatto già le spese nella scorsa stagione, quando Ramirez ha segnato al Franchi con una ‘specialità della casa’: il calcio di punizione.

E proprio la punizione messa a segno contro il Torino, un mix di precisione e potenza, ha permesso a Ramirez di guadagnarsi l’attenzione del calcio internazionale. Il trequartista blucerchiato stato infatti inserito nella formazione top della settimana di FIFA 20.

Intervistato da Il Secolo XIX il giocatore, autore di una doppietta a Torino, ha così commentato: “Adesso voglio ripetermi a Marassi. Penso sia la punizione fin qui più bella della mia carriera. Come tipologia di conclusione ricorda quella che ho segnato alla Fiorentina. Ma questa era più difficile perché ho calciato dal limite dell’area e in quei casi non puoi utilizzare la potenza“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui