Franck Ribery ha parlato del suo momento al settimanale tedesco Sport Bild. Cresce la nostalgia dei tifosi sugli spalti e della sua famiglia residente a Monaco di Baviera. Testa alla Fiorentina almeno fino a giugno e dopo? Dopo il richiamo della ‘sua’ Baviera potrebbe avere la meglio.

Ha bisogno del miglior Ribery, la Fiorentina impantanata in un Limbo che stenta ad allontanarsi. Il campione francese lo sa, perché l’accoglienza in città è stata da vero re del pallone e perché nello spogliatoio si è subito ricavato un ruolo centrale.

Poi però due eventi inaspettati sembrano avere spezzato l’idillio: il furto nella casa sulle colline di Firenze che ha costretto la famiglia a ritornare a Monaco di Baviera e il Covid che ha tolto il tifo dagli spalti. Per un giocatore di 37 anni che ha vinto tutto, o quasi, rinunciare alla motivazione data dal conforto familiare e dalla carica dei tifosi è molto, molto difficile.

Da qui una condizione che, complici anche gli infortuni, ha affievolito i suoi lampi di luce accecante. Eppure la voglia di incidere e la responsabilità di sostenere il gruppo, sono ancora vive: “Ho parlato coi miei compagni: con la mia esperienza posso aiutare. Il carattere a questo gruppo non manca. Abbiamo attraversato un periodo difficile, c’è stato un avvicendamento in panchina da Iachini a Prandelli. La reazione è stata buona e la vittoria contro la Juventus ci ha dato forza“. Ha dichiarato Franck Ribery al settimanale Sport Bild.

Eppure il futuro sembra scritto in queste parole: “Stare senza Wahiba e i miei figli non è semplice, direi anzi che è piuttosto complicato perché la mia famiglia è la mia vita. E’ la prima volta, in tutta la mia carriera, che ci separiamo. Wahiba e i ragazzi vivono a Monaco, che è diventata casa loro“. Per poi aggiungere: “In questo momento penso solo alla Fiorentina, sono importante per la squadra. Non escludo, finita questa avventura, di poter tornare in Bundesliga. Non voglio scartare nessuna ipotesi. Quello che so è che giocare a porte chiuse non è stimolante, mi manca molto il pubblico“.

Il contratto con la Fiorentina, un biennale da 4 milioni di euro a stagione, scade a giugno 2021. Prima però c’è una seconda parte di stagione da affrontare con la massima concentrazione. A cominciare da domani, sabato 23 gennaio ore 20.45, quando la Fiorentina ospiterà al Franchi il Crotone fanalino di coda della Serie A. Un’occasione da non lasciarsi sfuggire per agguantare i 3 punti e anche per raggiungere un eccezionale traguardo personale: 150 reti in carriera con squadre di club.

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui