Focus su Riccardo Sottil, uno dei giovani più promettenti della rosa della Fiorentina. Mai protagonista in questa stagione, ma fortemente voluto in squadra sia da Montella che da Iachini. 

Sembrava destinato a partire nuovamente in prestito a gennaio. E invece per Riccardo Sottil non è tempo di lasciare Firenze. O almeno non ancora. Classe 1999, ruolo esterno, 562 minuti totali in una stagione che non gli ha regalato la gioia del gol, ma nemmeno quei guizzi che lo hanno messo in luce nella Primavera viola. Ieri il figlio d’arte è stato inserito nella classifica de “I 100 giovani d’Italia“: i migliori italiani nati tra il 1 gennaio 1999 e il 31 dicembre 2002. Donnarumma, Zaniolo e Tonali nelle prime tre posizioni, tanto per la cronaca. Sottil si piazza al 12° posto e non è il solo viola in classifica: ci sono anche il portiere Brancolini classe 2001 al 72° e il difensore Dalle Mura classe 2002 alla 89esima posizione.

La Fiorentina sembra intenzionata a puntare su di lui. Ma nel 3-5-2 schierato per la maggior parte della stagione da Montella prima e da Iachini poi, non c’è stato molto spazio per le qualità tecniche di Sottil. Diverso sarebbe con un 4-3-3 dove il ragazzo potrebbe giocarsi le sue carte in alternativa a Ribery che, classe infinita a parte, dovrà fare i conti con la carta di identità. Il rinnovo è sul piatto, ma Sottil vorrà capire bene se ‘fare la gavetta’ a Firenze oppure trovare spazio e minutaggio in prestito, come già successo nella scorsa stagione con la maglia del Pescara. Le richieste non mancano…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui