Durante l’intervento a TMW Radio, Il giornalista Mario Sconcerti ha analizzato la prestazione dei viola nella gara di lunedì pomeriggio contro il modesto Brescia, aprendo una riflessione sul momento della squadra di Iachini e sul mercato di Pradè.

Il giornalista Mario Sconcerti è intervenuto in diretta ai microfoni di TMW Radio, nel corso della trasmissione Stadio Aperto. Nel suo intervento ha parlato anche di Fiorentina-Brescia, gara giocata lunedì e terminata 1-1, e del mercato del direttore sportivo Pradè. Queste le sue parole sulla gara del Franchi e sul momento della squadra di Iachini: “Sinceramente non mi aspettavo niente di diverso, anche se ci speravo. Il calcio non lo inventi oggi, se guardi i risultati la Fiorentina è indietro con quasi tutte le squadre che gli stanno dietro: ha perso in casa col Lecce, ha fatto un punto col Genoa, due punti in due partite col Brescia. Se parliamo di realtà tecniche, la Fiorentina è poca cosa. Continuiamo a parlare di stadio, ma credo che si dovrebbe prima di tutto cominciare a fare una buona squadra“.

PAGELLE FIORENTINA BRESCIA

Pradè merita la conferma? Se vediamo, a gennaio è stato fatto un buon mercato, – ha proseguito Sconcerti – ma alla fine dei conti abbiamo preso soltanto Duncan. Il resto non si è mai visto, vedi Agudelo e Cutrone. Anche Kouame non saprei, penso che la sua ripresa sarà lunga, bisognerebbe avere informazioni in più. Oggi leggevo illustri giornalisti che si chiedevano come mai non ha giocato Milenkovic, ma la verità è che sono loro che devono dare le risposte. Chiederselo dopo è l’antinomia del proprio mestiere. Comunque da questa Fiorentina mi attendo solo che concluda il campionato in questa posizione. Magari. Comunque non si poteva pensare che fosse cambiato qualcosa. Siamo questi, perché avremmo dovuto giocare meglio?“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui