Da oggi possono riprendere gli allenamenti individuali per gli sport di squadra. Ma da qui a dire che la Serie A riparta ce ne corre. I club adotteranno strategie diverse in attesa di una decisione finale. Intanto il ministro Spadafora ribadisce su Facebook la propria posizione.

Serie A sì oppure Serie A no. La Ligue 1 in Francia ha già dichiarato la stagione finita mentre in Spagna e in Germania si prova a ripartire con gli allenamenti delle squadre professionistiche. Ieri sera su Facebook, dopo che tante voci si erano rincorse, il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora ha così chiarito la sua posizione:

Leggo cose strane in giro ma nulla è cambiato rispetto a quanto ho sempre detto sul Calcio: gli allenamenti delle squadre non riprenderanno prima del 18 maggio e della ripresa del Campionato per ora non se ne parla proprio [omissis]”.

In casa Fiorentina la posizione sulla situazione della Serie A è attendista. Il club non vuole anticipare i tempi,come si legge sul Corriere dello Sport: “Al momento ancora nessuna data comunicata dal club per il ritorno al centro sportivo. Da monitorare attentamente la situazione in particolare di German Pezzella, Patrick Cutrone e Dusan Vlahovic, colpiti nelle scorse settimane dall’infezione da Coronavirus, mentre deve ancora fare il suo ritorno in Italia Franck Ribery, unico calciatore viola tornato all’estero durante il lockdown. Il francese ex Bayern, una volta sbarcato nuovamente a Firenze, dovrebbe osservare due settimane di quarantena a casa“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui