Lo stadio e il confronto a distanza Commisso Nardella tengono banco fra i tifosi. Le posizioni sono note e ribadite. Il presidente della Fiorentina ha fretta di investire, il Comune fa i conti coi vincoli architettonici del Franchi e con le pastoie dell’area Mercafir. Ecco cosa dicono oggi i giornali.

Su La Nazione si parla della ristrutturazione dello Stadio Franchi come di una priorità cittadina. Evitare che l’impianto di Campo di Marte finisca abbandonato come il Flaminio di Roma è un impegno del Comune di Firenze. Che però deve fare i conti con il difficile ammodernamento dello stadio in chiave Fiorentina. Possibile che il sindaco Nardella provi a riproporre la soluzione restyling Franchi a Commisso per trovare un punto di mediazione, al momento molto improbabile? Ricordiamo che i vincoli della sovrintendenza sono relativi non solo alle scale e alla Torre di Maratona ma anche alle due curve.

Per La Repubblica l’unica soluzione realizzabile per il nuovo stadio Fiorentina è Campi Bisenzio. Le dichiarazioni di Nardella di totale chiusura ad un’ipotesi di Fiorentina fuori dal Comune, lasciano poco spazio al compromesso. Intanto domani, 28 giugno, scade il bando per l’asta Mercafir, che la società viola diserterà. Venerdì potrebbe tornare a parlare tramite comunicato, Rocco Commisso.

Su Tuttosport si sottolineano le grandi ambizioni del presidente italo americano che vuole riportare in alto la Fiorentina, il prima possibile. Il nodo cruciale è la questione stadio: la struttura di proprietà, collegata ad investimenti commerciali, può essere fonte di revenue, di quei ricavi che possono essere spesi per grandi giocatori.

Intanto, quella che è certa è la posizione dei sostenitori viola. I tifosi della Fiorentina, stanchi di aspettare e di promesse, hanno sposato la causa di Rocco Commisso. La novella del nuovo stadio Fiorentina che si trascina da quasi due decenni può trovare il lieto fine con la voglia di fare del nuovo presidente. Ecco perché – con l’hashstag #noistiamoconrocco – il centro coordinamento viola club, che conta circa 14.000 iscritti ai 158 diversi club, ha deciso di schierarsi. 

«Sollecitati da numerosi viola club, vogliamo ribadire che finché il nostro presidente lavorerà in funzione del bene della Fiorentina il nostro supporto non verrà mai meno»

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui