Hamed Traoré e il fratello Amad Diallo al centro di un caso di ‘immigrazione clandestina’. Il centrocampista ivoriano era stato ad un passo dalla maglia della Fiorentina, poi qualcosa andò storto… E oggi rischia una pesante squalifica.

Vi ricordate circa un anno fa il giallo Traoré? La Fiorentina aveva acquistato a gennaio il centrocampista classe 2000 dall’Empoli e lo aveva lasciato in prestito nel club di Corsi fino a fine stagione. Poi però i viola dell’allora direttore sportivo Pantaleo Corvino non depositarono il contratto firmato e l’accordo risultò nullo. Così Hamed Junior Traoré fu acquistato dalla Juventus e in sinergia col Sassuolo: prestito biennale con obbligo di riscatto, ma possibile diritto di prelazione a favore dei bianconeri.

calciomercato fiorentina comunicato traoré 2019

Qualche ora fa è stata confermata anche dal Corriere della Sera una nuova vicenda che vede al centro il giovane ivoriano. Si tratta di indagini della Procura di Parma aventi come oggetto “falso e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina” per cinque ivoriani, tra i quali il “padre in prestito” di Hamed e Amad Diallo (17 anni) che gioca nell’Atalanta. In pratica, i presunti fratelli Traoré sarebbero entrati in Italia nel 2014 attraverso una falsa pratica di ricongiungimento familiare.

Ieri sia il giocatore del Sassuolo che il ‘fratello’ che gioca nell’Atalanta hanno dato riscontro alle indagini, confermando l’ipotizzata falsità dei rapporti dichiarati. L’Atalanta e il Sassuolo sono estranei ai fatti, mentre i due Traoré rischiano adesso una pesante squalifica sportiva.

Credits foto: Empolichannel.it

#errebì72

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui